I pulcinella hanno dimensioni piuttosto ridotte: raggiungono una lunghezza di circa 30 cm e un peso che varia dai 350 ai 550 g. Il loro aspetto può sembrare molto buffo, ma la natura non crea nulla per caso.

Tutto in questo uccello ha una precisa funzione: il corpo, con colorazione simile a quella di un pinguino è la loro tuta mimetica: le parti inferiori bianche rendono meno visibile il pulcinella a predatori marini, mentre le parti superiori nere lo mimetizzano agli occhi di altri uccelli predatori le zampe corte e palmate, di un arancione intenso, sono poco efficienti sulla terraferma, ma in mare sono ottimi timoni le corte e robuste ali ( l’apertura varia dai 53 ai 67 cm) sono poco adatte alle manovre di volo e atterraggio, ma sono usate come remi sott’acqua.

Il becco triangolare, enorme, serve per scavare i tunnel dove vengono deposte le uova e, fornito di di uncini, per trasportare i pesci( fino a 62 in una sola volta); in inverno è di dimensioni più piccole e appare scolorito, in primavera invece si riveste di uno strato corneale di colore rosso, giallo e nero e segnala la disponibilità alla riproduzione.

Anche la lingua è fornita di uncini e con il becco contribuisce a tenere saldi i pesci catturati. L’occhio nero, messo in risalto durante la stagione degli amori da ornamenti rossi, azzurri e neri è un richiamo all’accoppiamento.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.