L’Islanda ha una storia relativamente recente, sia dal punto di vista morfologico e geologico, sia dal punto di vista umano. Le prime testimonianze della sua scoperta da parte degli europei risalgono nel 330 a.C., ma solo nel VI secolo viene utilizzata prima come tappa per viaggi di esplorazione, poi come meta per eremiti in cerca di solitudine, infine come colonia di scandinavi in fuga dalla propria patria o in cerca di avventura.

Proprio dagli scandinavi gli islandesi discendono, anche se fu chiaro fin dall’inizio che i coloni avrebbero costituito un popolo a sé, fiero della propria indipendenza e governato dal primo parlamento democratico in Europa. Lacerati per secoli da faide interne, oppressi dal dominio straniero, gli islandesi seppero mantenere una forte identità nazionale, fino a risorgere come popolo indipendente nel 1944.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.