L’aeroporto internazionale principale dell’Islanda è l’aeroporto di Keflavík, nella penisola di Reykjanes.

Si trova a circa 50 km a sud ovest della capitale Reykjavík. I voli interni o diretti in Groenlandia e alle isole Fær Øer partono invece dall’aeroporto nazionale di Reykjavík, situato alla periferia della città. Anche Akureyri, nel nord, è dotata di un aeroporto, scalo soprattutto per voli nazionali, ma anche per alcuni voli internazionali.

L’aereo è un mezzo molto usato in Islanda, soprattutto in inverno, per mantenere i collegamenti tra le varie regioni: tre piccoli scali funzionano nei Fiordi Occidentali ( Bíldudalur, Ísafjörður e Gjögur ), altri sulla costa nord ( Sauðárkrókur, Þórshöfn, Vopnafjörður ).

Le remote zone orientali sono dotate di piccoli aeroporti a Egilsstadir e Höfn, mentre sulla costa sud occidentale è possibile raggiungere in aereo Selfoss e Bakki. Anche le isole minori principali possono vantare una pista di atterraggio: Grímsey nel nord e Heimaey nelle isole Vestmannaeyjar.

Dall’Italia durante la stagione estiva è possibile raggiungere l’Islanda con volo diretto di linea della Icelandair, la compagnia di bandiera islandese, in partenza da Milano Malpensa. Da settembre a maggio invece non esistono voli diretti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.