Tutti noi conosciamo le vicende legate a Edward Snowden, riparato in un aeroporto russo in attesa di ottenere asilo politico e protezione dalla pena capitale che certamente lo attenderebbe negli USA. Tre sono i probabili paesi ospitanti: Venezuela, Nicaragua e Bolivia, ma anche l’Islanda è stata chiamata in causa.

La richiesta di asilo a questo piccolo democraticissimo Paese è già stata inoltrata, ma dovrà seguire l’iter consueto e ci vorrà tempo. Inoltre il neo- Parlamento, di centro-destra, potrebbe essere restio ad inimicarsi gli USA. In ogni caso, il Partito dei Pirati ha già presentato un disegno di legge per la concessione della cittadinanza a Snowden.

Alla fine del giugno scorso già l’imprenditore Olafur Sigurvinsson, simpatizzante per Wikileaks, aveva messo a disposizione jet privati per un eventuale trasferimento di Snowden da Hong Kong direttamente a Reykjavik e ora Ashtor Magnusson, uomo d’affari e pacifista, sta raccogliendo firme tra la popolazione per sollecitare la concessione della cittadinanza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.