Tra il 1100 e il 1200 fiorì in Islanda la letteratura legata alle Saghe, racconti epici legati alle origini del popolo islandese. Queste opere hanno per tema lotte familiari, amori contrastati, gesta di personaggi eroici e tragici.

Nel XII secolo Ari Þorgilsson, detto il Saggio, scrisse l’Íslendingabók, in cui narrava la storia della colonizzazione dell’Islanda. Un altro resoconto storico sullo stesso periodo è il Landnámabók. Del XIII invece è la Sturlunga Saga che narra il periodo di anarchia e di decadenza che caratterizzò gran parte del secolo.

Consulta anche:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.