L’eruzione dell’ Eyjafjöll di aprile dovrebbe essere, a detta degli studiosi, il primo episodio di una lunga serie che avrà luogo nei prossimi decenni.

A 20 km dall’Eyjafjöll si trova Katla, un vulcano di gran lunga più potente, anch’esso sormontato da un ghiacciaio la cui superficie è circa 8 volte maggiore dell’Eyafjallajökull.

Alcuni vulcanologi e studiosi dell’Istituto islandese di scienze della terra ritengono che l’ Eyjafjöll potrebbe causare il risveglio di Katla, come già avvenuto nel 1612 e nel 1823, e in seguito del Laki e dell’Eldgiá, due fenditure vulcaniche situate più a nord est e appartenenti allo stesso sistema tettonico dei primi due.

Immagine By Boaworm.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.