Conosciamo tutti Google Street View, il servizio di Google che permette di calarci dall’alto della mappa nel bel mezzo della strada o della località selezionata. Sappiamo anche come funziona: diverse macchine dotate di telecamere, le famose Google Car, hanno il compito di registrare le immagini che poi costituiranno la mappa digitale.

Eppure, ci sono posti in cui le automobili di Google non sono arrivate. Per esempio nelle Fær Øer: un arcipelago di isole a nord della Scozia, tra la Norvegia e l’Islanda, parte del Regno di Danimarca anche se autonome a tutti gli effetti dal 1948. Le Fær Øer possono contare su una popolazione molto particolare: a fronte di circa 50.000 persone, infatti, sulle isole vivono oltre 80.000 pecore.

E proprio grazie alle pecore le Fær Øer saranno coperte da Google Street View. L’Ufficio del turismo, infatti, ha deciso di montare sulla schiena degli ovini una telecamera in grado di scattare una fotografia geo localizzata al minuto e di inviare a Google le immagini per la catalogazione. L’idea è venuta all’impiegata Durita Dahl Andersen, che ha condotto un primo esperimento su cinque pecore e fatto partire la campagna #wewantgooglestreetview, con l’intenzione di aumentare il numero di turisti nelle isole.

Faroe islands wewantgooglestreetview

Esperimento riuscito, che ora verrà replicato con numeri molto più elevati. Resta solo da definire come intervenire in caso di danni o perdita di una telecamera, ma il grosso del lavoro, ormai, è fatto. Chissà se anche nelle città Google penserà di sostituire la sua Google Car con una “Google Sheep”.

Ecco il video di presentazione girato dalla schiena di una pecora:

Google ha risposto alla richiesta dell’ufficio del turismo delle Isole Far oer ed ha inviato i suoi operatori per mappare l’intera isola, ecco il video che racconta l’evento.

Alcuni links utili di approfondimento:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.