Garður è un caratteristico villaggio di pescatori che conta 1451 abitanti. Fu costruito nel 1908, perciò nell’anno in corso festeggia il centenario.

Deve il suo nome, che significa sponda, dal nome di un argine che i contadini avevano fatto costruire per difendere le coltivazioni di grano dalle devastazioni delle pecore.

L’argine fu poi utilizzato per guidare i viaggiatori sulla via tra Garður e Sandgerði. Parte della sponda è ancora rintracciabile di fronte alla chiesa di Útskálakirkja.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.