L’Islanda si trova al nord della dorsale medioatlantica, tra la placca euroasiatica e nordamericana. . Le due placche stanno subendo un processo di allontanamento e il divario aumenta di circa 1 cm l’anno, provocando risalita di lave basaltiche e formazione di nuovo fondale oceanico.

Questo fenomeno genera una catena vulcanica sottomarina che può innalzarsi fino a 1500 m di altezza rispetto al fondale dell’Atlantico. L’Islanda è emersa circa 20 milioni di anni fa, in seguito di una enorme risalita di lava che raggiunse la superficie.

Fenomeni di tale portata e intensità si chiamano hot spot o pennacchi caldo. L’ hot spot che diede origine all’isola si troverebbe oggi sotto il Vatnajokull.

Gli studiosi ritengono che la dorsale medioatlantica si divida sotto l’Islanda in tre zone di rift che danno origine a tre distinte zone vulcaniche: la zona occidentale, la zona orientale e la zona settentrionale. Le due zone a sud sono collegate da faglie sulle quali si verificano regolarmente dei sismi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.