Fra le carni quella preferita dagli islandesi è sicuramente la carne di pecora, con la quale si realizzano specialità a volte poco apprezzate dagli stranieri:

  • Hangikjöt: carne affumicata di agnello affettata sottilmente
  • Svið: testa di pecora tagliata in due abbrustolita sul fuoco con l’occhio e poi bollita e consumata fresca o conservata in salamoia
  • Sviðasulta: gelatina di testa di pecora ottenuta pressando pezzi di Svið e conservandolo in siero di latte
  • Slátur: frattaglie di pecora insaccate e bollite
  • Blóðmör: sanguinaccio ottenuto con sangue di pecora e strutto insaccati nel diaframma dell’animale
  • Súrsaðir hrútspungar: polpette di testicoli di montone conservati nel siero di latte
  • Altre carni consumate sono quella di bovino, di cavallo, di renna selvatica. Sull’isola non ci sono suini.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.