A partire dall’XI secolo, il governo democratico dell’Islanda prese forza, l’economia si sviluppò e gli abitanti dell’isola iniziarono a sentirsi parte di un unico popolo. La riunione annuale dell’Alþing, divenne il fulcro della vita sociale di tutta l’isola.

Era l’occasione per concludere affari, per risolvere dispute con i rivali, per eseguire condanne a morte, per conoscere altre persone e, perchè no?, per stipulare matrimoni. Da ogni parte dell’isola gli islandesi giungevano a Þingvellir per partecipare all’evento più atteso dell’anno.

Con l’intrecciarsi dei rapporti sociali cominciò a diffondersi tra i capi la corruzione, ma nacque anche il desiderio di ampliare la cultura e nacquero scuole in varie sedi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.