Nel film “La morte può attendere”, si susseguono alcune scene in cui James Bond è impegnato in un rocambolesco inseguimento su ghiaccio.

La produzione aveva individuato come scenario possibile la laguna glaciale di Jökullsárlón, in Islanda, ma le riprese esigevano una superficie completamente ghiacciata.

Proprio per questo è stato chiuso il canale che collega la laguna con l’Oceano, in prossimità del ponte sulla strada n.1.

L’acqua interna è stata sottoposta a processo di desalinizzazione e in breve, grazie alle rigide temperature della zona, la superficie si è ghiacciata perfettamente.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.