Anticamente, come riportato nella Saga di Egill, Borg á Mýrum era considerata la residenza di Skalla-Grímur, padre di Egill e primo abitante della regione di Borgarfjörður.

Una scultura di Ásmundur Sveinsson installata nella cittadina si ispira proprio a questo poema, in particolare all’episodio della morte dei figli di Egill e si intitola “Perdita di un figlio”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.