A pochi Km a est di Reykjahlid, nei pressi del lago Myvatn, si trova la Laguna blu del nord dell’Islanda, piscina naturale alimentata da sorgenti calde che sgorgano da una profondità di 2500 m.

Anche qui, come per la più famosa Laguna blu del sud, il colore dell’acqua è dovuto alla presenza dell’alga Cyanobacteria, che tra l’altro contribuisce a rendere la pelle più morbida e liscia, purificandola dalle impurità.

La laguna è immersa nella roccia e nel verde, le sorgenti sono 4 e sono ben segnalate perché l’acqua vi sgorga a 100°C ed avvicinarsi troppo può essere pericoloso; la temperatura nella “piscina” varia in base alla vicinanza alla sorgente e alle correnti che si formano, ma è in media sui 38°. Poiché la concentrazione di zolfo è alta, meglio non immergersi con gioielli d’argento o rame per non danneggiarli.

L’atmosfera qui è molto rilassata, quasi surreale. I bagnanti si aggirano con calma tra i fumi del vapore, in quell’azzurro quasi innaturale, godendosi il meritato relax.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.