Narra la leggenda che il vichingo Ingólfur Arnarson, in cerca di nuove terre, fosse giunto nell’ 874 di fronte alle coste meridionali dell’Islanda.

Qui buttò in mare le colonne del trono: gli dei avrebbero deciso dove sarebbe sorto un nuovo insediamento.

Le onde trasportarono le colonne a riva in una baia resa nebbiosa dai vapori delle sorgenti calde esistenti nei dintorni e il re, obbedendo al volere degli dei, vi fondò la sua città chiamandola Reykjavík, cioè “baia di fumo”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.