Tra i predatori naturali dei pulcinella di mare si annoverano il mugnaiaccio, l’aquila di mare, la volpe, il ratto. Anche l’uomo ha da sempre predato questi uccelli per nutrirsene e per utilizzare le piume come imbottitura di indumenti.

La caccia tradizionale con le reti, attuata da secoli in Norvegia, Islanda, Scozia, Maine, Terranova e isole Faer Oer, ha sempre risparmiato gli esemplari incaricati di nutrire i piccoli, in modo che fosse assicurata la sopravvivenza della colonia.

Nell’800 però l’utilizzo delle armi da fuoco è risultato distruttivo: ha messo a repentaglio la vita delle colonie francesi mentre ha portato all’estinzione le colonie in Maine.

Oggi la caccia è proibita. Solo sulle coste dell’Islanda e delle Faer Oer le reti continuano a catturare i pulcinella. Lo Stato però tutela la specie chiudendo le aree di nidificazione fino a che i piccoli non siano pronti a trasferirsi in mare (giugno-luglio).

Anche l’abitudine delle colonie di tornare sempre nello stesso luogo per riprodursi può essere deleterio. Infatti, se le condizioni dell’habitat cambiano, ad esempio se il numero di pesci nella zona si riduce, gli esiti possono essere tragici. Un altro fattore che nuoce ai pulcinella è la pesca: spesso finiscono intrappolati nelle reti dei pescherecci e muoiono annegati.

Nel Maine sta avendo successo un esperimento di ripopolamento: alcuni pulcini prelevati dalle loro gallerie in altre zone sono stati trasferiti e nutriti sulle coste di questo Stato e una volta adulti hanno continuato a frequentare gli stessi luoghi dando vita a nuove colonie.

La foto dei pulcinella di mare è stata pubblicata su gentile concessione di Chiara D.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.