Attorno all’anno 1000, la popolazione in Islanda era divisa tra due religioni: l’antica religione politeista dei primi colonizzatori scandinavi e la nuova religione cristiana. Di fronte alle prime discordie, fu l’Alþing a prendere le redini della situazione.

Il Parlamento decretò l’adesione dell’Islanda al cristianesimo, lasciando però la libertà a ciascun individuo di seguire ancora l’antico credo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.