Ecco una terra unica che offre mille possibilità: per chi vuole una sistemazione comoda ma allo stesso tempo economica e che dia la possibilità di vivere secondo le abitudini di questo popolo ancora radicato alle proprie origini vichinghe, ci sono le centinaia di guesthouse, B&B e fattorie disperse sull’isola. Appoggiandoci a queste si ha la possibilità di visitare luoghi fuori dal circuito turistico classico degli hotel senza rinunciare ai piccoli confort. Un tour di 12 giorni, in piccoli gruppi, intorno all’isola alla scoperta di ambienti unici, escursioni tra cascate, ghiacciai, vulcani attivi e lagune di iceberg, parchi naturali, sentieri tematici, siti storici, villaggi e piccole cittadine, una miscela esclusiva di emozioni che l’Islanda ogni volta ci riserva.

Programma
Partenze: 4 e 18 Luglio – 1 e 15 Agosto 2017

1° giorno: Italia – Islanda, partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa con il volo diretto per l’Islanda (su richiesta, previa verifica, anche da Roma Fiumicino). Arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik, trasferimento in città, sistemazione in struttura e pernottamento.

2° giorno: Reykjavik – Golden Circle – Borgarnes, dopo colazione, sbrigate alcune pratiche logistiche, visita di tre siti che vengono ricordati con il suggestivo nome di “Golden Circle”, sono la cascata di Gulfoss (cascata d’oro), Geysir e Thingvellir (sito di importanza storica e geomorfologica). Al termine, nel pomeriggio, trasferimento nell’area di Borgarnes. Sistemazione, cena e pernottamento.

3° giorno: la penisola di Snaefellsnes, che come un dito di una mano si protende verso Ovest ed al cui vertice svetta il vulcano Snaefellsjokull, ricoperto dal ghiacciaio. Ci dirigiamo decisamente verso il vertice di questa, non tralasciando soste per ammirare e fotografare particolarità e paesaggi unici. Il cono scoriaceo di Eldborg, la chiesa nera di Budir, sino ad Arnastapi ed Hellnar, piccoli, tipici villaggi di mare posti sotto l’incombente massa del vulcano. Proseguiamo il periplo della montagna vulcanica fermandoci per brevi passeggiate alle gradevoli spiagge di Dritvik e di Skardsvik, dove potremo anche osservare in tutta tranquillità la nidificazione di uccelli marini (Pulcinella di mare, Uria, Gazza marina, etc.). Ancora qualche chilometro e, completato il periplo della penisola, rientriamo per le cena nella medesima struttura.

4° giorno: la penisola di Vatsnes, dopo colazione, proseguiamo in direzione Nord. Dopo alcune soste, tra cui i coni scoriacei di Grabrok, arriviamo a Hvammstangi, alla base della penisola di Vatsnes, nota per la presenza di numerose colonie di foche che si osservano con facilità riposarsi lungo la costa. Facendo il periplo di questa penisola potremo anche fermarci ad osservare la curiosa formazione basaltica di Hvitserkur, che si eleva di circa 15 metri sulla superficie del mare a poche decine di metri dalla costa. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo la guest-house dove ci fermeremo per la notte.

5° giorno: Akureyri – Myvatn, proseguendo lungo la Ring Road, ci dirigiamo verso Akureyri, seconda città d’Islanda, dove faremo una sosta per una breve visita. Da qui, in mezz’ora saremo alla “cascata degli dei” (Godafoss) e poi nell’area del lago Myvatn. Nei pressi potremo visitare l’area dei fanghi bollenti di Hverarond ed il campo lavico del Krafla. Prima di instradarci verso la nostra meta serale, potrà anche esserci il tempo di fare una visita ad bagno termale nei pressi del lago (ingresso a pagamento, non compreso nella quota). Raggiungiamo la struttura, sistemazione, cena e pernottamento.

6° giorno: Myvatn – Dettifoss – Husavik, procediamo verso Est lungo la Ring Road sino alla deviazione per la cascata di Dettifoss: la più potente d’Europa, una vera potenza della natura! Risaliamo la pista che si dirige verso Nord per giungere, dopo il periplo della penisola di Tjornes, ad Husavik. Tempo e meteo permettendo, sarà possibile per chi interessato, fare un’uscita in mare per avvistare le balene (costo non compreso nella quota). Al rientro dalla navigazione, cena libera. Al termine della cena, si rientra verso Myvatn per il pernottamento.

7° giorno: Myvatn – Hofn, la giornata più lunga fra tutte, si svolge per buona parte lungo la strada N. 1, la cosidetta Ring Road. Prima tappa di un certo “peso”, Egilsstadir, centro riconosciuto di tutta l’Islanda orientale. Breve sosta prima di dirigersi verso Sud, sino ad arrivare a Djupivogur, antica stazione commerciale tedesca, dove ci potremo fermare un po’ più a lungo, magari gustando una fetta di torta con una tazza di caffè. Proseguendo lungo costa, faremo soste per ammirare il panorama di queste coste alte alternate ad ampie lagune dove si radunano centinaia di Cigni selvatici. Infine raggiungiamo Hofn, la capitale del gambero islandese, dove pernottiamo. Sistemazione, cena libera e pernottamento.

8° giorno: Hofn – Kirkjubaejarklaustur, la giornata di oggi ci riserva una delle più emozionanti località di tutta Islanda, la laguna degli iceberg di Jokulsarlon (possibilità di uscita sulla barca, con supplemento da pagare in loco). Dopo l’eventuale escursione in barca, ci sarà tempo di fare una passeggiata lungo il canale che collega al mare (avvistamento frequente di foche), dove gli iceberg che “sfuggono” dalla laguna vengono risospinti dal moto ondoso su una lunghissima spiaggia di sabbia nera. Breve sosta alla meno conosciuta, ma ugualmente suggestiva laguna formatasi dal fronte del ghiacciaio Fjallsjokull. Ripartiamo e ci portiamo a Skaftafell dove, con una breve passeggiata, arriviamo alla “cascata nera” (Svartifoss) ed alla vecchia fattoria di Sel. Riprendiamo la strada per arrivare in prossimità di Kirkjubaejarklaustur, sistemazione, cena e pernottamento.

9° giorno: Kirkjubaejarklaustur – Landmannalauger, oggi lasciamo la Ring Road per addentrarci verso l’interno, al di la del ghiacciaio Myrdalsjokull, verso una delle più belle aree del paese: Landmannalauger. Da qui parte quello che viene descritto come uno dei più bei trekking del mondo; noi faremo un’escursione che ci farà comprendere come questo appellativo sia quanto mai appropriato. Non riusciremo a fare tutta la prima tappa di questo trekking, ma vedremo comunque paesaggi meravigliosi, dove colline dai mille colori si alternano a rilievi neri screziati dal muschio verde fosforescente. Al termine dell’escursione, riprendiamo la strada per uscire verso la valle del fiume Thjorsà, il più lungo del paese. Raggiungiamo infine la guest-house che ci ospiterà per questa notte. Cena e pernottamento.

10° giorno: la costa meridionale, oggi percorriamo il tratto più meridionale d’Islanda, rientrati sulla Ring Road, ci dirigiamo verso Est; ci fermiamo dapprima alle cascate Seljalandifoss (con retro passaggio) e di Skogafoss (vero muro d’acqua alto 60 m). Sempre verso Est, dopo una visita al promontorio di Dyrholaey (punto più a Sud dell’isola), con le sue colonie di Pulcinella di mare, ci dirigiamo a visitare le spiagge basaltiche presenti nelle vicinanze. Arriviamo infine a Vik per una breve sosta in questa piccola cittadina con un laboratorio di prodotti in lana. Ritorniamo verso Ovest, sino ad arrivare alla nostra meta serale, Hvolsvollur. Cena e pernottamento.

11° giorno: Hvolsvollur – Reykjavik, partiamo da Hvolsvollur dirigendoci verso Ovest. Dopo una breve sosta alla cascata Urridafoss ed ai villaggi costieri di Eyrarbakki e Stokkseyri, entriamo nella penisola di Reykjanes lungo la strada che la costeggia dal lato meridionale. Qui diverse sono i siti di interesse geomorfologico, geologico e storico. Ci sarà solo l’imbarazzo della scelta anche se questa sarà anche pilotata dalle condizioni meteo: l’area geotermica di Seltun e quella di Gunnuhver, le numerose chiese isolate (Grindavik, Hvalsnes, Kirkjuvog, Gardur, Vogar, etc.) ed i solitari fari che costellano le coste. Nel primo pomeriggio ritroviamo la capitale, Reykjavik, per l’ultima notte da passare sul suolo islandese. Cena libera e pernottamento.

12° giorno: Reykjavik – Italia, tempo libero a disposizione prima di ritrovarsi tutti alla guest-house per la partenza per l’aeroporto di Keflavik.

Scheda tecnica

  • Durata: 12 giorni / 11 notti
  • 4 e 18 Luglio – 1 e 15 Agosto 2017
  • Partecipanti: min 10 – max 12
  • Quota partecipazione: Euro 3.100,00
  • Partenza e rientro: aeroporto di Milano Malpensa o Roma Fiumicino
  • Sistemazione: in guest-house, in camere doppie con bagno al piano

La quota comprende: volo aereo da Malpensa a Keflavik A/R, 7 mezze pensioni – 4 pernottamenti con prima colazione, guida/cuoco dall’Italia, autista locale, trasporto con mezzo adeguato (Ford Econoline 4×4 – 14 posti), assicurazione medico-bagagli ed RC.

La quota non comprende: le tasse aeroportuali, tutti i pranzi, le cene del primo, sesto, settimo e penultimo giorno, tutte le navigazioni, gli ingressi ai bagni termali, gli alcolici, le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

Mappa del Tour

mappa - cartina Islanda in guesthouse

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

logo-natura-da-vivere-tour-operator-islanda

consulta il sito ufficiale del Tour operator

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.