I pulcinella di mare sono un cibo comune in Islanda, soprattutto sono parte fondamentale dell’alimentazione per gli abitanti delle isole Vestmannaeyjar.

Vengono cacciati tutt’oggi con il metodo tradizionale vichingo: arrampicandosi sulle scogliere con una lunga rete chiamata hafur.

Vengono poi arrostiti o affumicati e i turisti più curiosi possono assaggiarne la gustosa carne in quasi tutti i ristoranti di Heimaey.

Gli abitanti di Heimaey però non sono da considerarsi alla stregua di bracconieri senza scrupoli, anzi, come tutti gli islandesi vivono in armonia con la natura, sono molto attenti a questi uccelli e si prendono cura di loro.

La caccia risparmia sempre i piccoli e gli esemplari che sono impegnati ad accudirli. Inoltre, in agosto, quando i piccoli si addestrano per il volo e a volte inavvertitamente finiscono nel porto, gli isolani li raccolgono e li aiutano a raggiungere il mare.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.