I fiumi islandesi, caratteristici per le loro acque bianche, si fanno strada nel loro percorso tra rocce laviche e canyon glaciali e si prestano ad emozionanti uscite di rafting.

Attività sono organizzate sia nella zona a sud, sui fiumi Hvítá, Þiórsá, Markarfljót e Hólmsá, sia a nord, sui fiumi Jökulsá Vestari e Austari.

Le agenzie danno la possibilità di escursioni giornaliere o di più giorni comprensive di guida, equipaggiamento, trasporto, vitto e, se necessario, sistemazione in tenda o rifugio. Le più note sono la Activity Tours, la Bakkaflöt e la Arctic Rafting che organizzano escursioni di diverso livello, dalle più facili alle più estreme, a partire dal mese di giugno fino a settembre. Per l’iscrizione occorre avere 12 anni ed è consigliata la prenotazione.

  • La Activity Tours offre percorsi con rapide dal I al IV grado e il singolare pacchetto di tre giorni “River Rush”. Il programma prevede la discesa dello Jökulsá Austari dal deserto interno di Sprengisandur fino alla costa ed è stato ideato per gli amanti del brivido.
  • Bakkaflöt è una fattoria che organizza uscite di rafting e mette a disposizione ambienti confortevoli dove dormire in sacco a pelo per tutti.
  • La Arctic Rafting, oltre al rafting vero e proprio, propone anche altre attività quali passeggiate e arrampicate sui ghiacciai, uscite in kayak o in canoa. Il percorso con la canoa può prevedere per i più spericolati tuffi dalle scogliere, risalita di cascate e tratti a nuoto in grotte sommerse!
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.