Sicuramente un tour avventuroso e completo alla scoperta di una destinazione magica e incontaminata, dove la natura regna sovrana: l’Islanda. In un gruppo di massimo 8 partecipanti, accompagnati da una guida di lingua italiana, si percorreranno le infinite strade islandesi che condurranno alle meraviglie naturali che offre questa isola di fuoco e ghiaccio.

In 15 giorni si potrà conoscere approfonditamente ogni aspetto di questo Paese ricco di contrasti, si passerà del verde e rigoglioso sud per giungere fino al nord caratterizzato da fiordi e scogliere a picco sul mare, che ospitano grandi colonie di “pulcinelle di mare”, passando per i selvaggi e incontaminati Fiordi dell’Ovest.

L’esperienza di camminare con i ramponi su una lingua glaciale del sud, navigare tra gli iceberg della laguna del Jokulsarlon, rilassarsi nelle acque termali islandesi, avvicinarsi alle maestose cascate del sud e vivere emozionanti trekking saranno solamente alcune delle attività che renderanno questo tour non solamente un viaggio, ma un’esperienza in grado di creare ricordi indelebili nella memoria di ogni fortunato viaggiatore.

Un’avventura completa e attiva per ammirare uno degli ultimi spazi incontaminati del nostro Pianeta, dove fuoco e acqua convivono pacificamente in armonia.

  • Durata: 15 giorni/14 notti
  • Tour di gruppo: minimo 5 – massimo 8 persone
  • Guida/accompagnatore di lingua italiana
  • Partenze in giugno, luglio, agosto e settembre
  • Tipologia di tour: avventura, livello medio

PER PRENOTAZIONI O MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL VIAGGIO

1° giorno: Volo Milano – Reykjavik/Keflavik

Arrivo all’aeroporto di Keflavik/Reykjavik. Trasferimento privato o con bus alla struttura prevista per il primo pernottamento nei pressi dell’aeroporto. Incontro con un incaricato.

Pernottamento in guesthouse, ostello, appartamento o simili. Cena libera.

2° giorno:Krysuvik, Hveragerdi e il Golden circle

In mattinata partenza in pullmino destinazione Krysuvik, nella penisola di Reykjanes zona vicina a Reykjavik, dove la dorsale oceanica esce in superficie offrendoci numerose fumarole, pozzanghere di acqua e fango bollente, dimostrazione della grande attività geotermica che scorre sotto i nostri piedi in questa meravigliosa isola “di fuoco”. Continua il nostro viaggio lungo la spettacolare costa atlantica da cui si possono ammirare le isole Vestman in direzione di Hveragerdi, un’altra zona termale con numerose serre da cui discende un sorprendente fiume di acqua calda lungo il quale faremo un’escursione. Proseguiremo poi diretti al famoso “Golden Circle”: partiremo da Geysir zona geotermale dove si trova il geyser più famoso del mondo dove potremo ammirare questo potente fenomeno della natura e i getti d’acqua e vapore delle fumarole di Strokkur. Ci dirigeremo infine alla cascata di Gullfoss la “cascata dorata” che ammireremo per la sua singolare bellezza data la sua posizione in una valle vulcanica.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

3° giorno: Borgarfjordur, Reykholt e la Penisola di Snaefellsnes

Ripartiremo oggi alla volta del “Parco Nazionale di Thingvellir”, uno dei luoghi di maggiore importanza in Islanda, sia per la sua storia, che per le sue speciali caratteristiche tettoniche e vulcaniche. È situato sulle sponde del lago più grande del paese, il Thingvallavatn. Dalla pianura di Thingvellir si può contemplare l’Almannagja, la faglia che delimita due grandi placche tettoniche, quella nordamericana e quella euroasiatica. In questa zona nel 930 d.c. venne istituito l’Alpingi, il primo parlamento del mondo dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Successivamente ripartiremo diretti verso il nord dell’isola per visitare Deildartunga, la sorgente di acqua calda più importante d’Europa e forse del mondo, la quale rifornisce di acqua calda tutti i villaggi e le città vicine come Borgarnes e Akranes: rimarremo affascinati dalla potenza e la forza dell’acqua di questa sorgente naturale.

Successivamente visiteremo Barnafoss, la “cascata dei bambini”, che si getta nel  fiume Hvita ed è caratterizzata da particolari formazioni rocciose che le conferiscono un fascino inusuale. Proseguiremo la nostra camminata fino a raggiungere la sorprendente sorgente di Hraunfossar, originata da un’eruzione dei vulcani che si trovano sotto un ghiacciaio.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

4° giorno: Arnastapi e il Grundarfjordur

In mattinata giungeremo ad Arnastapi, un affascinante villaggio peschereccio: faremo un’escursione tra Arnastapi e Hellnar attraversando l’area dichiarata protetta nel 1979, molto caratteristica sia per i campi di lava che per le scogliere e le colonne di basalto sulle quali nidificano numerose specie di uccelli migratori durante l’estate.

In seguito, realizzeremo un’escursione nella riserva naturale di Snaefellsnes, dove si trova il famoso ghiacciaio eil vulcano Snaefellsjokull descritto anche da Jules Verne nel suo libro “Viaggio al Centro della Terra”. Al di lá della citazione letteraria, questa zona è considerata uno dei punti della terra con maggior energia cosmica e annualmente si tiene una celebrazione mistica nella sua cima.

In base alle condizioni del tempo, della neve e del sentiero, faremo un’escursione per contemplare il cratere che Verne sosteneva essere l’accesso al centro della Terra. Ci avvicineremo alla grotta di lava del Parco Nazionale di Snaefellsjokull che ha una longitudine di quasi 200 metri e si divide in tre sezioni principali; si tratta di una grotta scoperta recentemente ma formatasi quasi 8.000 anni fa a seguito di varie eruzioni di un vulcano situato nelle immediate vicinanze. Per chi lo desidera, possibilità di partecipare a un’escursione opzionale che permette di visitarne l’interno per osservare da vicino questo luogo nascosto ricco di tunnel di lava e di spettacolari formazioni laviche (escursione non inclusa).

Ci dirigeremo, infine, al villaggio di Grundarfjordur nella costa nord della penisola.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

5° giorno: Stykkisholmur, Brjanslaekur e Latrabjarg

Ci dirigiamo oggi verso il porto della località di pescatori di Stykkisholmur, dove prenderemo un traghetto che ci porterà a conoscere i bellissimi ma poco conosciuti fiordi dell’ovest: navigheremo attraverso un ventaglio di circa un

centinaio di isolette che formano un labirinto marino; dal traghetto potremo avvistare l’isoletta di Flatey centro culturale dell’Islanda all’inizio del XIX° secolo nella quale si trova inoltre la biblioteca più antica del paese.

Durante la traversata della durata di circa 3 ore, con un po’ di fortuna, avremo la possibilità di avvistare balene e foche, nonchè una moltitudine di diverse specie di uccelli.

La nostra prossima tappa sarà Latrabjarg, il punto più occidentale dell’isola situato a soli 300 km di distanza dalla vicina Groenlandia. Da questo punto, se le condizioni climatiche lo permettono e il cielo è limpido, potremo avvistare la costa groenlandese. Faremo un’escursione nelle scogliere dell’ovest che si dice siano la zona più bella di tutta l’Islanda, da cui si può contemplare l’immensa varietà di uccelli, tra cui le famose e colorate “pulcinelle di mare”, che vivono e nidificano in queste scogliere.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

6° giorno: Fiordi dell’ovest, acque termali, Dynjandi e il Hrutafjordur

Ci risveglieremo oggi in una tra le più selvagge e remote zone del paese e dedicheremo del tempo a immergerci e rilassarci nelle naturali calde acque termali che solcano questi luoghi pieni di meraviglia.

Gli islandesi affermano che l’acqua termale è il loro vero segreto per trovare la felicità e vivere serenamente, oltre ovviamente ad essere il luogo perfetto per rilassarsi soprattutto dopo intense giornate di viaggio.

Una volta riposati, faremo un’escursione alla scoperta di una cascata praticamente sconosciuta ai più: Dynjandi che, in islandese, significa “tuono”.

Più tardi ci dirigeremo verso il Nord dell’isola: questa è la giornata con più ore di viaggio in pullmino di tutto il tour, circa 5 ore, ma la strada non smetterà in nessun momento di sorprenderci in quanto i fiordi del nordovest dell’isola sono un paesaggio totalmente differente da quello del resto del paese: montagne, scogliere, spiagge di sabbia chiara, fiordi con molte tonalità di verde e di varie dimensioni.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

7° giorno: Blonduos, Varmahlid e Akureyri

Continua il nostro viaggio costeggiando i caratteristici fiordi del nord attraversando vari piccoli villaggi di pescatori come Blonduos che giace indisturbato nella costa del fiordo Hunafjordur.

Sosta a Glaumbaer villaggio favorevolmente localizzato sopra una collina e con un’ampia e stupenda vista sulle vallate circostanti; visita all’antica fattoria di Glaumbaer ora museo folkloristico: la fattoria di Glaumbaer venne dichiarata patrimonio culturale nel 1947 quando venne fondato il Museo di Cultura Popolare dello Skagafjordur, comprende un’esposizione di vecchie capanne di torba in buono stato di conservazione e racconta la forma di vita rurale dei contadini islandesi nei secoli XVIII° e XIX°.

Riprenderemo il viaggio attraverso le montagne in direzione di Akureyri, detta “capitale del nord”: tempo libero per visitare la città e scoprire tutti i segreti che conserva questa città con i suoi edifici dei secoli XVIII° e XIX°. Serata libera e possibilità di cenare in uno dei suoi caratteristici ristoranti e assaggiare qualche specialità della cucina islandese.

Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

8° giorno: Safari di balene, Eyjafjordur e il lago Myvatn

Partenza in mattinata in direzione del fiordo di Eyjafjordur, il più lungo dell’isola e senza dubbio di una bellezza spettacolare, dove realizzeremo un’escursione in barca della durata di circa 3 ore dove avremo la possibilità di avvistare le numerose balene che vivono nelle fredde acque dei fiordi dell’Oceano Atlantico nel periodo estivo, dalla barca si potrà pescare anche il baccalà. Tutta la zona, infatti, è famosa proprio per l’importanza della pesca del baccalà e qui si trovano alcune delle maggiori fabbriche specializzate nella lavorazione e conservazione di questo pesce. Dopo la navigazione ripartiremo diretti alla famosa cascata di Godafoss il cui nome significa “cascata degli dei” e si ricollega ai racconti delle saghe islandese che mescolano storia e leggenda.

Nel pomeriggio giungeremo a Myvatn, lago di origine tettonica e glaciale, dove potremo scoprire una moltitudine di paesaggi e angoli nascosti che questa zona tanto speciale dell’isola ci riserva.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

9° giorno: Krafla, Hverfjall e Dimmuborgir

Questa giornata è dedicata alla visita della zona del lago Myvatn (che in islandese significa “il lago delle zanzare” da “my”= zanzare e “vatn” = acqua, lago) forse la zona più famosa e importante del nord dell’isola dal punto di vista naturalistico. Li troveremo una favolosa piscina naturale di acque termali, visiteremo campi di fumarole, pozze di acqua bollente, colline multicolore di riolite e resti di lava, prove dell’intensa attività vulcanica della zona. Realizzeremo un trekking di circa 1 ora e mezza nella zona del vulcano Hverfjall dalla cui cima si può ammirare il lago, i suoi crateri e si possono avvistare le numerose specie di uccelli presenti nella zona: una visione completa di questa zona che viene classificata come una delle principali “meraviglie dell’isola”.

Successivamente, raggiungeremo la zona di Dimmuborgir sulla sponda orientale del lago Mývatn, il cui nome significa “Fortezza Oscura” e realizzeremo un’escursione della stessa durata della precedente all’interno del suo labirinto di curiose formazioni laviche formatesi dal raffreddamento istantaneo della lava fusa.

Faremo una passeggiata nella caldera del vulcano ancora attivo di Krafla che ebbe il suo ultimo periodo di eruzioni tra il 1975 e il 1984; in uno dei suoi due famosi crateri, quello di Víti (Víti in islandese significa “inferno”), si è formato un lago al suo interno.

Faremo infine una meritata sosta nel “Blue Lagoon del nord”, una SPA naturale con calde acque azzurre: a differenza della sua “gemella” situata nel sud nelle vicinanze di Reykjavik, questa SPA è meno turistica e i paesaggi sono di gran lunga migliori di quelli della sua omologa. Momento di relax presso la SPA dopo intense giornate di viaggio.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

10° giorno: Egilsstadir e i Fiordi dell’Est

Partenza in mattinata per dirigerci verso la cascata di Detifoss, che è senza dubbio la maggiore cascata islandese, situata nella parte sud del grandioso canyon di Jokulsargljufur situato all’interno del parco nazionale del Vatnajokull.

Proseguiremo verso la cittadina di Egilsstadir dove faremo un’escursione di circa 1 ora e mezza per vedere la  cascata di Hengifoss che con i suoi 118 m di altezza e le sue colonne di basalto esagonali compongono una specie di cattedrale naturale poco frequentata.

Nelle vicinanze del Lagarfljot, uno dei laghi più grandi dell’Islanda all’interno del bosco più conosciuto di tutta l’isola, avremo la possibilità di partecipare a un’indimenticabile passeggiata coi caratteristici cavalli islandesi (escursione opzionale – non è necessario saper montare a cavallo o cavalcare per partecipare a questa attività), molto più piccoli di quelli europei e vero e proprio simbolo del paese. Questa attività ci darà una nuova prospettiva dell’Islanda che ci unisce a un passato non molto lontano in cui tutte le comunicazioni avvenivano per mezzo del cavallo.

Riprenderemo il nostro viaggio diretti verso la parte orientale dell’isola percorrendo la parte più selvaggia della strada nazionale nr. 1 (chiamata anche Ring Road) nella quale l’asfalto, a volte, praticamente scompare per lasciare spazio ad una strada sterrata.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

11° giorno: Stafafell e Hofn

Oggi realizzeremo un bellissimo trekking della durata di circa 3/4 ore nella zona di Stafafell: questa escursione è una delle preferite degli islandesi, ma poco conosciuta dai turisti. Nella prima parte del percorso cammineremo su sentieri di bassi arbusti in mezzo a valli e colline di pietre sedimentarie. Raggiunta la cima potremo ammirare l’impressionante e profondo canyon di riolite del fiume Jokulsa i Loni che scorre in una grande pianura e scenderemo verso la parte bassa del canyon solcato da decine di dighe di basalto in un ambiente carico di forza.

In serata arriveremo ad Hofn chiamata la “capitale del Vatnajokull” per la sua privilegiata posizione da cui si può ammirare il grande ghiacciaio del Vatnajokull.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

12° giorno: Parco nazionale Skaftafell – Vatnajokull

Partiremo oggi alla volta di Kirkjubaejarklaustur, lungo il cammino faremo tappa nello spettacolare lago di Jokulsarlon, lago di origine glaciale con sbocco al mare pieno di iceberg dove abita una colonia di foche che si nutrono dei numerosi pesci presenti in questa fredde acque e che si possono solitamente avvistare dalla costa.

Ci dirigeremo verso un’imponente lingua glaciale dove, equipaggiati con i ramponi, realizzeremo un’escursione sul ghiaccio. Date le caratteristiche del ghiacciaio, per motivi di sicurezza e per rendere l’escursione accessibile a tutti, anche a chi non ha mai indossato i ramponi, si realizzerà una breve passeggiata che ci permetterà di sperimentare la strana sensazione di camminare sopra il Vatnajokull, la terza massa di ghiaccio più grande del pianeta subito dopo l’Antartide e la Groenlandia ed essere testimoni delle incredibili formazioni di ghiaccio, i crepacci, i seracchi, ecc.

Successivamente, ci dirigeremo verso il Parco Naturale di Skaftafell dove realizzeremo un’escursione della durata di 2/3 ore (in base alle condizioni meteorologiche), ai piedi del magnifico Vatnajokull. Contempleremo anche la vetta Hvannadalshnukur che con i suoi 2.110 metri si erge come il “tetto dell’Islanda”.

Avremo la possibilità di vedere tutti i tipi di formazioni di ghiaccio come per esempio le morene, laterali e centrali, i canali di scolo, le valli glaciali secche, i laghi di origine glaciale, ecc. Quasi alla fine del nostro cammino scopriremo la cascata di Svartifoss, le cui particolari colonne di basalto hanno ispirato la costruzione dell’attuale cattedrale di Reykjavik.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

13° giorno: Vik e Skogar

In mattinata visita alle caratteristiche spiagge di sabbia nera di Vik dove avremo una vista privilegiata della baia e del suo litorale e delle particolari colonne marine di basalto. Non lontano da Vik si trova Dyrholaey un promontorio di origine vulcanica le cui ripide scogliere si elevano dal mare. Di fronte alla penisola si trova un arco gigantesco nero di lava: il panorama è maestoso e in estate molte “pulcinelle di mare”, i famosi uccelli tipici dell’isola, nidificano sulla scogliera.

Percorreremo una delle strade più famose dell’isola, quella che si sviluppa parallela al fiume Skogar contemplando, oltre alla spettacolare cascata di Skogafoss che con i suoi 62 metri di caduta ci accoglie con la sua potente spettacolarità, numerose cascate e cascatine di varia potenza che scendono facendosi spazio tra le rocce.

La cascata di Skogarfoss rappresenta la porta d’accesso a uno dei trekking più famosi e spettacolari del mondo, “il grande trekking del Landmannalaugar”, ed è circondata da un incredibile paesaggio formato da campi di lava e montagne di riolite dagli innumerevoli colori.

Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

14° giorno: Hvolsvollur e Reykjavik

Prima di rientrare nella capitale, termineremo la nostra avventura alla scoperta delle cascate del Sud e ci dirigeremo verso la cascata di Seljalandfoss, con 57 metri di caduta, dove potremo camminare dietro la sua cortina d’acqua. Nelle vicinanze potremo ammirare anche la cascata di Glufrafoss, la paradisiaca cascata “nascosta”.

In seguito ripartiremo verso Reykjavik: tempo a disposizione per passeggiare liberamente tra le strade della capitale Islandese, conoscere i monumenti e i luoghi di interesse o fare acquisti di souvenir e oggetti tipici.

Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento o simili.

15° giorno: Volo Reykjavik/Keflavik – Milano

Trasferimento privato o con Flybus all’aeroporto di Reykjavik/Keflavik e volo di rientro in Italia.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Quota individuale di partecipazione (da Milano***):  a partire da 2.995 Euro + tax apt

OPERATORE:

Terre Polari Viaggi: da sempre gli specialisti in viaggi polari
PER PRENOTAZIONI O MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

LA QUOTA COMPRENDE

Pernottamento: Tutti i pernottamenti saranno in guesthouse, B&B, appartamento, ostello, rifugi o cottage in camere condivise dotate di letti a castello con bagno comune e docce individuali con acqua calda. La cucina e la sala da pranzo sono completamente equipaggiate. Tutti gli alloggi hanno riscaldamento quindi è sufficiente un sacco a pelo leggero con temperatura comfort da 5º a 10º C. In alcuni casi si pernotterà in appartamenti esclusivi per il gruppo con le stesse caratteristiche sopraindicate.

La quota comprende:

  • Volo di linea diretto o con scalo Milano/Reykjavik Keflavik A/R – franchigia bagaglio 20 kg;
  • trasferimento privato o con Flybus dall’aeroporto di Keflavik viceversa in funzione del volo e degli orari di arrivo e partenza**;
  • pernottamenti guesthouse, cottage, ostello o simili (camere condivise con bagni comuni);
  • tutte le escursioni e le attività in programma, escluse le attività opzionali (passeggiata a cavallo e escursione alla grotta nel P.N. di Snaefellsjokull);
  • tutti i pasti: colazione al mattino, pranzo al sacco tipo pic-nic e cene con cibi caldi (esclusi quelli dei giorni dei voli e le serate libere a Reykjavik e Akureyri);
  • tutti i trasferimenti previsti nel programma di viaggio in traghetto e pullmino;
  • assicurazione medico-bagaglio (obbligatoria);
  • guida/accompagnatore di lingua italiana o inglese/spagnolo (vedi lista partenze).

La quota non comprende:

  • Spese emissione biglietto aereo e gestione pratica (25 euro per persona);
  • pasti/colazione e pernottamenti durante i trasferimenti negli aeroporti o quelli non contemplati nel programma (le serate a Reykjavik e Akureyri);
  • abbigliamento personale da montagna;
  • le attività opzionali: passeggiata a cavallo, escursione alla grotta nel P.N. di Snaefellsjokull;
  • pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall’agenzia organizzatrice;
  • tasse aeroportuali (circa 190/290 euro, da confermare al momento della prenotazione);
  • polizza annullamento (facoltativa);
  • tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

PER PRENOTAZIONI O MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.