L’Islanda è un luogo davvero speciale ed è conosciuto come la nazione della terra e del fuoco per la considerevole presenza di ghiacciai, vulcani, geysir e in generale per le sue incredibili bellezze naturali uniche al mondo. Ci sono alcuni aspetti e curiosità di questa isola e dei suoi abitanti che forse non conosci e che potrebbero esserti utili prima di pianificare il tuo prossimo viaggio.

1 – paesaggi unici

Quando parti dall’aeroporto internazionale di Keflavik e vai in direzione dell’entroterra, ti troverai circondato per chilometri da un paesaggio composto principalmente da campi di lava con poca vegetazione e ti sembrerà di trovarti nella regione di Mordor descritta da J. R. R. Tolkien nel poema epico del Signore degli Anelli.
Questo paesaggio, che potrà apparire aspro e inospitale, in realtà è una delle caratteristiche che rende l’Islanda un luogo così unico e particolare.

In questo articolo puoi ammirare i castelli di lava di Dimmuborgir.

153015 strada per landmannalaugar

2 – niente esercito

L’Islanda è un Paese senza un esercito, ma è membro della NATO e per difendersi ha stretto in passato degli accordi con gli Stati Uniti d’America.
Ha comunque attiva una forza militare di pronto intervento, la Guardia Costiera e il corpo di Polizia.
Quindi attraversando l’Islanda non incontrerai militari in divisa, ma comunque ti sentirai al sicuro, in quanto l’Islanda è sempre ai primi posti nelle classifiche dei luoghi più sicuri al mondo e il tasso di criminalità è davvero molto basso.

Navi islandesi - ph by Paolo B

imbarcazioni della guardia costiera

3 – il sole di mezzanotte

Durante il periodo estivo il sole non scende mai sotto l’orizzonte e in Giugno ci sono 24 ore di luce.
L’estate è sicuramente uno dei periodi migliori per pianificare una vacanza in Islanda, in quanto si è agevolati dalle lunghe giornate di luce ed inoltre è possibile assistere al famoso fenomeno atmosferico conosciuto come il sole di mezzanotte.
Ovviamente quando è ora di andare a dormire, ricordatevi di tirare bene le tende!

sole di mezzanotte in Islanda

sole di mezzanotte

4 – buio totale

Contrariamente al periodo estivo, in inverno ci sono solo poche ore di luce.
Gli islandesi comunque non si lamentano, anzi per loro il buio porta anche alcuni vantaggi, per esempio è più facile ammirare le stelle, ma soprattutto uno tra i più spettacolari fenomeni atmosferici della natura: le aurore boreali.

Leggi maggiori informazioni sulle aurore boreali oppure scopri le 8 ragioni per visitare l’Islanda in bassa stagione.

i colori spettacolari dell'aurora boreale

5 – pochi, ma orgogliosi

Con una popolazione di soli 340.000 abitanti, l’Islanda è talvolta bersaglio di una facile ironia da parte di nazioni più grandi e numerose che solitamente enfatizzano sul numero delle pecore presenti sull’isola, almeno il doppio di quello degli abitanti, con stime che sfiorano gli 800.000 capi.
Gli islandesi sono un popolo molto orgoglioso e amano entrare in competizione con grandi nazioni soprattutto in occasione di eventi o ricorrenze sportive internazionali.
Infatti, durante gli europei di calcio del 2006 svoltosi in Francia, la squadra islandese che partecipava come sfavorita si è resa protagonista con una performance al di là di ogni favorevole pronostico.
La squadra islandese, fino ad allora quasi sconosciuta agli appassionati di calcio, si è trovata agli ottavi di finale contro la temibile e fortissima Inghilterra e i media, estremamente sicuri del risultato, ironizzavano sulla popolazione islandese, paragonata agli abitanti di piccoli e sconosciuti sobborghi inglesi come Middlesbrough o Coventry.
L’islanda contro ogni pronostico passò il turno con una partita memorabile eliminando l’Inghilterra con il risultato di due reti a uno.

Potrebbe interessarti anche questa curiosa storia: fær øer: dove non arriva google, ci pensano le pecore

pecore islandesi

6 – gli islandesi credono all’esistenza degli elfi

Dire che gli islandesi credono agli elfi è un po’ semplicistico.
E’ stato infatti condotto uno studio nazionale nel 2006 dall’Università dell’Islanda con lo scopo di determinare quanto gli islandesi credessero alle creature soprannaturali come gnomi, troll, folletti e ovviamente elfi.
Lo studio ha coinvolto un campione della popolazione e i dati raccolti evidenziano che una piccola parte parte dei partecipanti è sicura dell’esistenza degli elfi, mentre una parte più significativa non esclude la possibilità che gli elfi possano esistere.
Il folklore islandese è ricco di storie che parlano di queste creature fantastiche, quindi se venite in Islanda ricordatevi di guardarvi bene attorno, potreste trovare qualche traccia del popolo nascosto.

Maggiori info sul rapporto tra gli elfi e gli uomini.

tipiche casette per elfi islandesi 4584

tipiche casette per elfi

7 – i 13 babbi Natale

L’Islanda è la terra di molte creature soprannaturali e fantastiche come elfi, gnomi e troll, ma soprattutto è famosa perché e la casa dei Yule Lads e di Yulemen (in islandese jólasveinarnir o jólasveinar) in sostanza la versione islandese di Babbo Natale.
Nelle antiche storie si narra che gli Yule Lads fossero 13 creature di fantasia con sembianze da folletto, vestite con abiti da contadini e piuttosto dispettose, che scendevano dalle montagne uno alla volta a partire dal 12 Dicembre fino al 24 Dicembre, per poi ripartire sempre uno allo volta dopo Natale fino al 6 Gennaio.
I bambini attendono il loro arrivo perché se si sono comportati bene ricevono doni e regali.

Approfondisci il periodo del Natale per gli islandesi.

natale-in-islanda-aspettando-i-jolasveinar

By David Stanley

8 – primi nella parità dei sessi

L’Islanda è stato il primo Paese al mondo al eleggere un presidente donna; Vigdís Finnbogadóttir nel 1980 e da allora il paese ha preso una posizione determinante in difesa dei diritti alle donne e della parità dei sessi.
L’Islanda si trova infatti al primo posto nel Global Gender Gap Report, classifica introdotta dal World Economic Forums che dal 2006 fornisce un quadro sull’ampiezza e la portata del divario di genere in tutto il mondo.

Johanna Sigurdardottir 2009

Johanna Sigurdardottir

9 – inesauribile energia geotermale

Hai sicuramente sentito parlare dei geysir e delle rinomate calde sorgenti islandesi, fenomeni che assolutamente devi visitare, ma soprattutto non puoi perderti la sensazione di immergerti qualche ore nella calda e piacevole acqua termale in una delle numerose piscine all’aperto.
Forse non sai che l’energia geotermale, oltre ad alimentare i centri termali, copre oltre il 90% del fabbisogno di acqua calda e riscaldamento delle case islandesi e che, grazie gli avanzatissimi impianti geotermali islandesi, viene prodotto approssimativamente un terzo del fabbisogno di energia elettrica dell’intera nazione.

Piscina islandese 5297

Photo by Natura da Vivere

la centrale geotermica di Leirhnjukur

la centrale geotermica di Leirhnjukur

10 – il tempo cambia continuamente

Il tempo in Islanda è imprevedibile.
E’ vero, in linea di massima gli inverni sono freddi e le estati sono solitamente piuttosto miti, ma generalmente il tempo è soggetto a cambiamenti repentini anche con forti sbalzi di temperatura.
Gli islandesi hanno un detto: “se non ti piace il tempo, devi solo aspettare 15 minuti e sarà già cambiato”.

lingua del ghiacciaio

Torna alla lista
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.